Configurazione compatibile con dyndns.org

Se il proprio dispositivo supporta solo dyndns.org oppure dyndns.com e non c’è traccia del nostro dyndns.it, le soluzioni che si possono usare sono due:

  • la modalità compatibile
  • la modalità .org nativa

Vediamo in dettaglio le due soluzioni con vantaggi ed eventuali svantaggi.

Modalità compatibile


Questa soluzione permette di usare un host dyndns.it nativo (quelli con dominio homepc, ns0, controlliamo…) come se fosse un vero host .org. Per fare questo occorre impostare una configurazione particolare sul proprio dispositivo. Tutte le informazioni per la configurazione le potete trovare in questa guida.

Si può impostare la modalità compatibile sull’80% dei dispositivi, ma occorre che questi rispettino alcuni requisiti:

  • il dispositivo che si configura deve premettere il cambio dei DNS
  • il dispositivo che manda gli aggiornamenti deve usare i DNS impostati (in alcuni router i DNS si possono cambiare, ma il router continua ad usare i DNS del provider)
  • il provider non deve bloccare il cambio di DNS in modo trasparente (come ad esempio oggi fa Vodafone)

Visto che alcuni requisiti non si possono verificare fino a che non si imposta la modalità, vi consigliamo di provare questo tipo di configurazione usando un abbonamento FREE che prevede una settimana di prova della configurazione compatibile.

Modalità ORG Nativa


I nuovi abbonamenti come il PLUS offrono la possibilità di creare un host .org nativo. Si tratta di un host supportato da dyn.com e compatibile con tutti i dispositivi che prevedono dyndns.com – dyndns.org – dyndns.com (custom)

In questo caso la configurazione è molto semplice in quando occorre:

  • creare un host .org nativo nella sezione dyndns.it/manage
  • configurare il dispositivo inserendo il nome dell’host creato, user associata all’host e password inserita nell’host

Non occorre procedere a nessuna modifica di DNS o altre configurazioni. Basta solo impostare la sezione DDNS del proprio dispositivo.

Riepilogo


Cerchiamo di riepilogare brevemente le differenze tra i diversi approcci per i dispositivi che supportano solo .org.

Modalità compatibile

  • usa un qualsiasi host nativo .it
  • supportata da tutti gli abbonamenti a pagamento
  • si può provare con un abbonamento FREE
  • più economica in quanto fornita direttamente da noi
  • indicata per chi ha tempo per sperimentare
  • richiede che il dispositivo e il provider permettano il cambio di DNS
  • richiede la configurazione della sezione DDNS e della sezione LAN per il cambio dei DNS

Host.ORG nativo

  • usa un host .org nativo
  • supportata dagli abbonamenti PLUS in poi
  • costa leggermente di più in quanto fornita da dyn.com
  • indicata per chi vuole una soluzione che funziona sempre
  • occorre configurare solo la sezione DDNS del router o del dispositivo

Quando è necessario usare un abbonamento PLUS


Il modo ORG nativo è oramai necessario con i provider Infostrada e Vodafone che bloccano in modo trasparente il cambio di DNS. Vedi a questo scopo le guide per la vodafone station e per il router huawei di Infostrada.

Passare da Standard a PLUS


Se avete acquistato un abbonamento standard e volete passare ad un plus perché vi occorre un host .org nativo potete accedere all pagina update per l’aggiornamento.